La “dieta” della masturbazione

L’ultima invenzione paradossale arriva direttametne dal Giappone ed è la “dieta” della masturbazione, detta anche onani-bics. Hideo Yamanaka, medico direttore della Toranomon-Hibiya Clinic, ha associato il perdere peso alla masturbazione. La tecnica studiata da Yamanaka permetterebbe di perdere peso perchè andrebbe a stimolare il metabolismo di base dei muscoli.

Secondo gli studiosi, questa pratica, associata all’eiaculazione, favorisce il bruciare dei grassi sottocutanei, l’aumento del consumo di calorie e l’attivazione del metabolismo dei muscoli. Raggiungere questo obiettivo non è semplice, poichè bisogna obbedire ad un principio di fondo: la masturbazione va effettuata almeno 3 volte al giorno. Il numero di “sedute” che è necessario fare per perdere peso è stimato in 100 al mese, per cui solamente masturbandosi almeno 3 volte al giorno è possibile raggiungere tale cifra. Inoltre è da tenere ben presente anche il livello di sforzo da mantenere: l’attività deve durare alemno 15 minuti ogni volta, per un totale di 45 minuti al giorno con 3 eiaculazioni. Davvero uno sforzo durissimo da mantenere nel lungo periodo.

Ovviamente con il giusto allenamento e  la giusta motivazione siamo sicuri che anche questo traguardo sarà raggiungibile. Auguriamo una buona “dieta” a tutti! (anche se siamo sicuri che il sesso sia da preferire)

Qui sotto trovate gli esempi di masturbazione femminile e maschile

masturbazione femminile

masturbazione maschile

commenti