Usa, 17enne super-dotato chiede aiuto alla chirurgia

Un organo sessuale cresciuto davvero troppo in larghezza e diventato motivo di imbarazzo: limitando la capacità di avere rapporti sessuali, indossare i pantaloni o praticare sport. Problemi che hanno spinto un adolescente americano a sottoporsi ad una riduzione chirurgica del pene, la prima al mondo – come riporta il ‘Daily Mail’ – secondo Rafael Carrion, il chirurgo-urologo dell’University of South Florida, che l’ha eseguita e descritta nei dettagli su ‘The Journal of Sexual Medicine’. A riposo la circonferenza dell’organo sessuale del ragazzo misurava circa 25 centimetri, mentre la lunghezza era di 18 centimetri. “Un pallone da football”, così l’hanno descritto i chirurghi.

L’adolescente aveva sofferto in passato di diversi episodi di priapismo, una condizione in cui le cellule del sangue bloccano i vasi del pene causando dolorosi rigonfiamenti. Questi episodi però con il tempo hanno reso l’organo ‘fuori misura’ e deforme. Carrion e il suo team hanno esaminato la letteratura medica in materia, ma dicono di non aver trovato alcun precedente simile a questa richiesta del ragazzo. “C’è sempre più interesse da parte degli uomini di un aumento della loro virilità – osserva il chirurgo – ma mai avevamo avuto una domanda di riduzione dell’organo sessuale”. Il team ha deciso per una tecnica normalmente usata per trattare la malattia di Peyronie, una condizione in cui il tessuto cicatriziale si sviluppa lungo il pene. La larghezza è stata ridotta e ora il ragazzo non ha più problemi di erezione e la sua vita sessuale è tornata regolare.

commenti